1153512

Available in the shop our extra virgin olive oil harvested in 2021/22. Shipping from 5.90 €, free from 75 € in Italy

boniviri---logo
bonivirilogo-bianco
bonivirilogo-bianco

CONTACTS

CONTACTS

MENU

BONIVIRI

MENU

BONIVIRI

BONIVIRI società benefit a responsabilità limitata

info@boniviri.com

Via Etnea 29, Catania

​+39 351 577 0816

BONIVIRI società benefit a responsabilità limitata

info@boniviri.com

Via Etnea 29, Catania

​+39 351 577 0816

With Boniviri, eating well means creating value.

With the Boniviri project, those who produce and those who consume consciously choose to preserve the values of the territory, local assets and protect the environment.

With Boniviri, eating well means creating value.

With the Boniviri project, those who produce and those who consume consciously choose to preserve the values of the territory, local assets and protect the environment.

emre-gencer-irvq6avvgde-unsplash

L'Oleoteca


facebook
instagram

facebook
instagram
logo-satispay-red-230x230
logo-satispay-red-230x230
mastercardhrzrev300px2x
ppcom-white1
americanexpress1
ppcom-white1
americanexpress1
mastercardhrzrev300px2x

www.boniviri.com @ All Right Reserved 2020 | Website created by Flazio Experience

www.boniviri.com @ All Right Reserved 2020 | Website created by Flazio Experience

Ho scelto di restare in Sicilia per custodire i profumi dell'Etna

2022-03-28 11:12

La redazione Boniviri

Ho scelto di restare in Sicilia per custodire i profumi dell'Etna

Sulle pendici del vulcano, che da secoli scandisce i tempi della campagna, Roberto Carbone custodisce un prezioso patrimonio di biodiversità

9616-roberto-carbone-sari-azienda-agricola.png

Sulle pendici del vulcano, che da secoli scandisce i tempi della campagna, Roberto Carbone custodisce un prezioso patrimonio di biodiversità con il suo progetto di agricoltura giovane e coraggioso: SARI.

È domenica pomeriggio e Roberto Carbone è indaffarato nella preparazione di un ordine importante: quasi 2.000 barattoli tra spezie, erbe, tisane e mix aromatici profumati e coloratissimi destinati a una delle insegne più note di Milano. “Sto vivendo un momento intenso, sono molto felice. Soltanto quattro anni fa mi trovavo davanti a un bivio: lasciare la Sicilia per andare a lavorare al nord o restare nella mia terra. Ho scelto di restare qui e realizzare il mio sogno: SARI”.

 

Il progetto imprenditoriale di Roberto prende forma nel 2018, durante gli studi universitari in scienze e tecnologie alimentari. “Non avevo un soldo né un metro quadrato di terra, ma avevo l’ingrediente essenziale: la fiducia incondizionata dei miei genitori. Per il mio compleanno mi hanno regalato un terreno agricolo di 3.500 metri quadri sulle pendici dell’Etna. Grazie alla sua posizione unica, tra il vulcano e il mare, e i suoi terrazzamenti naturali è molto più di un terreno agricolo: è il mio laboratorio all’aperto”. Nel cuore del parco nazionale dell’Etna, dove il vulcano da secoli irriga di minerali i suoi fianchi neri, Roberto ha deciso di differenziarsi con un progetto controcorrente: coltivare piante officinali, erbe e spezie. “Qui custodisco un patrimonio di biodiversità che le coltivazioni intensive mettono a rischio, creo percorsi educativi per far scoprire ai giovani le piante e i loro benefici e far comprendere tutto il lavoro che c’è dietro un barattolo di origano”.

 

L’idea è giusta, i volumi crescono e, nel 2020, Roberto capisce che è il momento di aprire un piccolo laboratorio. “Ho acquistato un essiccatore e gli strumenti necessari per creare tisane, infusi e altri prodotti derivati. Poi ho incontrato Boniviri con il quale condivido la stessa visione dell’agricoltura e i valori della sostenibilità. Da allora la crescita è stata inarrestabile, ho dovuto prendere in gestione un altro terreno”. Roberto mi spiega che il suo progetto è intrinsecamente sostenibile. “Tutte le mie piante sono a basso input idrico e non hanno bisogno di fertilizzanti. Non solo: come hanno dimostrato ricerche recenti, con i loro profumi e colori unici influiscono positivamente sull’umore e, per i loro effetti benefici, sono molto richieste per adornare gli spazi verdi di ospedali e strutture sanitarie”.

 

Me lo immagino, Roberto, nel suo piccolo laboratorio di Trecastagni, in provincia di Catania, intento a studiare le sue erbe aromatiche, essiccarle, miscelarle con perizia e una dose abbondante di creatività. La sua domenica è ancora lunga, dobbiamo lasciarci. Prima di salutarlo voglio togliermi una curiosità: come nasce il nome SARI? “Mi sono ispirato a un documento scritto da Tommaso Fazello, frate domenicano e spia dell’imperatore Carlo V vissuto nel XVI secolo, autore del primo libro sulla storia della Sicilia. Come tutti i forestieri, arrivato a Catania, rimane colpito dalla bellezza dell’Etna e dal suo paesaggio lunare caratterizzato dai grandi sassi neri, che in dialetto catanese antico venivano chiamati SARI. Se ci pensi, questi sassi sono un elemento semplice e al tempo stesso straordinario: quando si sgretolano con la loro polvere ricca di minerali nutrono le piante e donano al terreno proprietà uniche”.

 

Cala il giorno e resto nel mio studio a ripensare alla nostra telefonata. È proprio così: restare è quasi sempre il viaggio più arduo, ma anche quello più entusiasmante. “Lasciare o restare” è il bivio di Roberto, ma anche la nostra sfida più grande. Restare è non tradire il proprio sogno, inseguirlo e fare di tutto per realizzarlo. Restare è condividere con le persone care le gioie più piene e le cadute più dolorose che, come i sari neri dell’Etna rompendosi, nutrono i nostri traguardi quotidiani.

 

Sì, restare è la nostra vera misura eroica.

rosmarino.jpegdsc_8982.jpegphoto5850469971346436018.jpeg

OUR BLOG

Latest Articles

elsa-tornabene-b9izigwptli-unsplash1

Subscribe to our Newsletter

Stay up to date on all Boniviri news and products

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder